Tag: studio_legale_cavalletti_pisa

Carta docente

Spetta all’insegnante con contratto a tempo determinato la carta del docente per gli anni in cui ha prestato attività alle dipendenze del Ministero Istruzione e del Merito” (sentenza Tribunale di Parma – sezione Lavoro – n. 416 anno 2024)

Commentiamo oggi un’altra sentenza favorevole in materia di carta del docente. La ricorrente – difesa dagli avvocati Simone Ferrari del Foro di Parma e Carlo Cavalletti del Foro di Pisa – ha prestato servizio alle dipendenze del Ministero dell’Istruzione in forza di plurimi contratti a tempo determinato annuali o fino al termine delle attività didattiche […]
Read More

Niente reato ma illecito civile per il falso in assegno circolare.(Corte di Cassazione, Sezione Penale n. 24165 depositata il 30.05.2019)

Nella pronuncia in esame la Corte si sofferma sulla depenalizzazione del falso in assegno circolare. La vicenda traeva origine da una pronuncia della Corte di Appello con la quale, in riforma parziale della sentenza di primo grado, veniva ridotta la pena ad un imputato in relazione ad una accusa di truffa e falso in assegno […]
Read More

Ai fini della determinazione del mantenimento il Giudice deve valutare anche la convivenza prematrimoniale” (sentenza Corte di Cassazione Sezioni Unite n. 35385 anno 2023)

Ormai la convivenza è un fattore comune nella nostra società tanto che la giurisprudenza più recente, in particolare la nostra autorevole Corte di cassazione, ha stabilito che la stessa trova valutazione anche nella determinazione dell’assegno di mantenimento. Il caso trova origine da un ricorso presentato da una donna che chiedeva, ai fini della valutazione dell’assegno, […]
Read More

In ipotesi di infortunio mortale è esente da colpa il datore di lavoro qualora abbia adempiuto agli obblighi di sicurezza a suo carico” (sentenza Corte di Cassazione n. 21064 anno 2022).

Il caso concerne un lavoratore agricolo che decedeva a causa di un colpo di calore e i rappresentanti legali della attività agricola venivano assolti stante l’assenza di qualsivoglia colpa generica e/o specifica. Nel dettaglio – anche secondo quanto espresso dalla Corte di Appello – dovevano ritenersi valide le prescrizioni contenute nel documento di valutazione dei […]
Read More

Gli albergatori sono responsabili del deterioramento, distruzione o sottrazione delle cose portate in albergo dal cliente, ai fini della responsabilità ex art. 1783 c.c. è considerata parte integrante dell’albergo anche il bar in esso integrato

“Ai fini della liquidazione del danno ex art. 1783 c.c. il ricorrente è tenuto a provare la responsabilità ex art. 1785-bis c.c., in assenza di tale prova il risarcimento del danno deve liquidarsi entro i limiti di cui all’ultimo comma dell’art. 1783 c.c. secondo il prudente apprezzamento del giudice.”   La vicenda che ci occupa […]
Read More

In ordine alla retribuzione equa ex art. 36 della Costituzione

“Ai fini della individuazione della retribuzione equa e sufficiente prevista dall’articolo 36 della Costituzione si deve, per prima cosa, verificare la stessa sulla base delle determinazioni previste dal contratto collettivo stipulato dalle associazioni sindacali più rappresentative (Cassazione Civile sezione Lavoro 27711 anno 2023)”.   “Nell’attuazione dell’art. 36 della Cost. il giudice, in via preliminare, deve […]
Read More

In costanza di matrimonio i coniugi sono tenuti a contribuire alle spese ognuno in misura proporzionale alle proprie sostanze, pertanto in caso di separazione non sorge alcun diritto al rimborso delle spese sostenute

“In costanza di matrimonio i coniugi sono tenuti a contribuire alle spese ognuno in misura proporzionale alle proprie sostanze, pertanto in caso di separazione non sorge alcun diritto al rimborso delle spese sostenute” (Cass. civ. Sez. II, Ord., (ud. 08/06/2023) 19-07-2023, n. 21100)             Nell’ambito del diritto di famiglia è assai frequente che uno dei […]
Read More

Dopo la separazione dei coniugi, il genitore collocatario dei minori non deve informare l’altro prima di affrontare le spese straordinarie. Tuttavia, se l’altro genitore si rifiuta di pagare, spetta al giudice del merito verificare se dette [..]

“Dopo la separazione dei coniugi, il genitore collocatario dei minori non deve informare l’altro prima di affrontare le spese straordinarie. Tuttavia, se l’altro genitore si rifiuta di pagare, spetta al giudice del merito verificare se dette spese rispondono all’interesse del minore e commisurarle a a utilità e sostenibilità rispetto alle condizioni economiche dei coniugi (Corte […]
Read More

Il G.E. ha il dovere di verificare se il Giudice del monitorio abbia svolto il controllo d’ufficio sull’abusività delle clausole del contratto posto alla base del decreto ingiuntivo emesso, in caso di esito negativo concederà al debitore termini[]

Il G.E. ha il dovere di verificare se il Giudice del monitorio abbia svolto il controllo d’ufficio sull’abusività delle clausole del contratto posto alla base del decreto ingiuntivo emesso, in caso di esito negativo concederà al debitore termini per opposizione ex art. 650 c.p.c  (Corte di Cassazione Sez. Unite n. 9479 anno 2023)“.              Si aprono […]
Read More

Riconoscimento “buoni pasto” nel comparto sanità pubblica.

È oramai consolidato in giurisprudenza (anche di Cassazione) il seguente principio di diritto: “In tema di pubblico impiego privatizzato, l’attribuzione del buono pasto, in quanto agevolazione di carattere assistenziale che, nell’ambito dell’organizzazione dell’ambiente di lavoro, è diretta a conciliare le esigenze del servizio con le esigenze quotidiane del dipendente, al fine di garantirne il benessere […]
Read More