Tag: studio_legale_cavalletti

Spetta l’assegno divorzile alla moglie che lavora come colf se la rinuncia al precedente lavoro era una scelta dei coniugi avvenuta dopo il matrimonio (Corte di Cassazione – ordinanza n. 29627/2022 – sez. Prima civile).

Il caso concerne la decisione della Suprema Corte di Cassazione che decide in merito ad un ricorso promosso da un ex marito che sosteneva il venir meno dell’assegno divorzile in quanto la donna aveva un proprio lavoro e risparmi presso la banca. I giudici respingono il ricorso fondando la propria sentenza sull’orientamento già espresso dalle […]
Read More

Contestazione disciplinare e diritto di audizione personale del lavoratore (Corte di Appello di Firenze, Sezione Lavoro, del 28.10.2021).

Il caso in esame aveva ad oggetto la contestazione di una sanzione disciplinare irrogata ad una lavoratrice. La dipendente, soccombente in primo grado, impugnava la pronuncia dinanzi la Corte di Appello assistita e difesa dagli avvocati Carlo Cavalletti e Irene Vannozzi. Nello specifico la difesa rilevava l’illegittimità della sanzione per violazione dell’art. 7 della legge […]
Read More

Mobbing lavorativo e rivelanza penale. (Corte di Cassazione, Sezione Penale n. 31273 del 09 novembre 2020).

Nel caso in esame la Suprema Corte analizza il mobbing lavorativo assimilando tale condotta al reato di stalking. La vicenda riguardava un amministratore delegato di una società nei confornti del quale veniva applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari in quanto accusato ai sensi dell’art 612 bis c.p.. Nello specifico, il soggetto veniva accusato di […]
Read More

Se gli eredi perseguono l’attività di impresa del defunto rispondono dei debiti verso i dipendenti (Corte di Cassazione, Sezione Lavoro n. 24197 del 02.11.2020).

La vicenda sorgeva a seguito di giudizio, introdotto da una dipendente nei confronti della società datrice di lavoro, al fine di ottenere la somma, ad essa spettante, a titolo di differenze retributive per svolgimento di mansioni superiori. La società, costituitasi in giudizio, eccepiva il difetto di legittimazione passiva evidenziando che il rapporto di lavoro in […]
Read More

Esclusa l’applicazione delle attenuanti per il padre che non versa l’assegno al figlio. (Corte di Cassazione, Sezione Penale n. 30452 del 02.11.2020).

Il caso riguardava un padre, imputato del reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare di cui all’art. 570 c.p. Il Giudice assolveva il genitore in quanto, in corso di causa, veniva accertato che lo stesso non aveva versato il mantenimento in quanto impossibilitato e, comunque, al figlio non erano mancati i mezzi di sussistenza. […]
Read More

Ha diritto all’indennizzo il lavoratore vittima di un sinistro nel percorso casa-lavoro (Corte di Cassazione, Sezione lavoro n. 18659 dell’8 settembre 2020).

Una donna, in seguito ad un sinistro occorso al coniuge nel tragitto casa-lavoro,  agiva in giudizio al fine di ottenere le prestazioni Inail, in qualità di vedova ed erede insieme alle figlie. Il sinistro avveniva nel tragitto casa-lavoro al termine di un permesso che il soggetto, poi, deceduto aveva richiesto per motivi personali. La domanda […]
Read More

La fideiussione omnibus redatta su modello ABI è affetta da nullità parziale” (Tribunale di Padova sez. II Civile RG. 7767 anno 2018)

La fideiussione omnibus redatta su modello ABI è affetta da nullità parziale” (Tribunale di Padova sez. II Civile RG. 7767 anno 2018) La sentenza in commento appare di rilievo relativamente alle garanzie personali, in particolare i contratti di fideiussione predisposti su moduli ABI, che si sono rilevati contrari a norme imperative. Sulla punto si era […]
Read More

La mancata iscrizione del professionista all’albo degli ingegnere determina la nullità della prestazione ai sensi dell’art. 2331 c.c.” (Giudice di Pace di Pisa sentenza n. 150 anno 2019).

““La mancata iscrizione del professionista all’albo degli ingegnere determina la nullità della prestazione ai sensi dell’art. 2331 c.c.” (Giudice di Pace di Pisa sentenza n. 150 anno 2019).”  La vicenda riguarda una richiesta di pagamento formulata da un professionista nei confronti di un condominio per presuntà attività di calcolo relativa a lavori di ristrutturazione. Si […]
Read More

L’opposizione alla cartella di pagamento, emessa ai fini della riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria comminata per violazione del codice della strada, va proposta ai sensi dell’art 7 d.lgs 150/11 [..]

“L’opposizione alla cartella di pagamento, emessa ai fini della riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria comminata per violazione del codice della strada, va proposta ai sensi dell’art. 7 d.lgs 150/11 e non nelle forme della opposizione all’esecuzione ex art. 615 cod. proc. Civ. (sentenza n. 171 anno 2019 Giudice di Pace di Pisa)”  La sentenza […]
Read More
firma disconosciuta

Nel caso di disconoscimento della sottoscrizione sulle relate deve essere richiesta la verificazione e produrre l’atto sul quale compare la firma disconosciuta. Nel caso in cui il Giudice ordini di produrre gli originali degli ..

Nel caso di disconoscimento della sottoscrizione sulle relate deve essere richiesta la verificazione e produrre l’atto sul quale compare la firma disconosciuta. Nel caso in cui il Giudice ordini di produrre gli originali degli avvisi di ricevimento e non vengono prodotti si ritiene che sia integrata la carenza di prova in ordine alla regolarità delle […]
Read More