Tag: diritto civile

Il criterio di imputazione della responsabilità per danni da cose in custodia di cui all’art.2051cc ha natura oggettiva posto che risulta sufficiente,ai fini della prova dell’attore,la sussitenza del nesso tra la res e il danno(Trib.Pisa 933/2022)

Con la sentenza in commento il Tribunale di Pisa si è pronunciato,   in una causa relativa ad una richiesta di risarcimento a seguito di una caduta avvenuta durante l’attraversamento sulle strisce stradali da parte di un pedone in forza della quale il Comune convenuto è stato condannato a rifondere i danni biologici subiti. Dopo aver […]
Read More

L’Avv. Martina Marianetti commenta la sentenza delle Sezioni Unite su assegno divorzile e convivenza di fatto (Corte di Cassazione, Sezioni Unite, numero 32198 anno 2021).

Con la sentenza n. 32198 depositata il 5 novembre 2021, le Sezioni Unite della Suprema Corte si sono pronunciate sulla spinosa questione della spettanza dell’assegno divorzile in caso di nuova convivenza dell’ex coniuge beneficiario del mantenimento. Ribaltando l’orientamento seguito dalla più recente giurisprudenza, la Cassazione ha statuito che, qualora vi siano determinate condizioni, l’assegno resta […]
Read More

Quantificazione dell’assegno di mantenimento: no al criterio del tenore di vita. (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 38928 del 07.12.2021).

La pronuncia in commento ritorna sul tema dell’assegno di mantenimento e sui criteri da seguire per la sua quantificazione. La Suprema Corte conferma l’orientamento consolidato volto ad escludere il tenore di vita quale elemento da valutare ai fini della quantificazione dell’assegno. Il caso di specie sorgeva a seguito dell’impugnazione di un decreto di modifica delle […]
Read More

No all’esenzione Imu se il coniuge risiede in altro Comune (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 28534 del 15.12.2020).

La Suprema Corte ribadisce lo stop all’esenzione del pagamento Imu se i coniugi risiedono in due comuni diversi. La pronuncia, nello specifico, aveva ad oggetto il pagamento dell’ICI ma il principio può risultare utile anche in materia di IMU. Due coniugi, residenti in comuni diversi, ricevevano un avviso di accertamento relativo all’ici dell’anno 2010. Gli […]
Read More

Il Comune che non rimuove le barriere architettoniche è tenuto a risarcire i danni al disabile. (Corte di Cassazione sez. Civile n. 3691 del 13.02.2020).

Il caso in esame riguardava una consigliera comunale disabile la quale, a causa delle barriere architettoniche, non riusciva ad accedere alla sala consiliare. La donna riteneva responsabile il Comune per non aver messo in atto misure idonee a facilitare l’ingresso della stessa negli uffici in attesa dell’istallazione dell’ascensore. La consigliera proponeva appello avverso l’ordinanza del […]
Read More

Responsabilità della struttura in caso di ritardo nella diagnosi. (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 514 del 15.01.2020).

Nella decisione in esame la Suprema Corte si occupa della responsabilità dell’azienda sanitaria in caso di ritardo nella diagnosi. La vicenda riguardava un paziente, colpito da ictus, il quale agiva in giudizio al fine di ottenere il risarcimento dei danni patrimoniali e non, subiti a causa dell’omessa diagnosi e cura della sua patologia. Il Tribunale […]
Read More

Revisione dell’assegno di divorzio in presenza di circostanze sopravvenute capaci di alterare l’equilibrio (Corte di Cassazione, Sezione Civile n 1119 del 20.01.2020).

A seguito delle pronunce in tema di determinazione dell’assegno di divorzio e sui nuovi criteri da seguire, la Corte ritorna sul tema fornendo ulteriori chiarimenti. Il caso in esame sorgeva a seguito della richiesta, ex art 9 della legge n. 898 del 1970, formulata da un marito il quale chiedeva al Tribunale di non dover […]
Read More

La città in cui si vive influisce sulla determinazione dell’assegno di divorzio. (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 174 del 09.01.2020).

Con la sentenza in esame la Suprema Corte affronta il tema della quantificazione dell’assegno di divorzio tenendo in considerazione la città in cui il coniuge obbligato risiede. Il caso in esame traeva origine dalla richiesta di un ex marito il quale chiedeva la riduzione dell’assegno da versare all’ex moglie. A parere dell’ex coniuge, vivendo a […]
Read More

Possibile il rifiuto dell’acquirente a stipulare il contratto di compravendita definitivo se il venditore non ha comunicato la provenienza dell’immobile. (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 32694 del 12.12.2019).

Con la decisione in esame la Suprema Corte affronta il tema della vendita di un immobile, quando questo è stato ricevuto dal venditore tramite donazione. In particolare il caso analizza la questione dal punto di vista del promissario acquirente ignaro della provenienza dell’immobile al tempo della stipulazione del contratto preliminare. Il promissario acquirente, appreso, solo […]
Read More

Corretta acquisizione del consenso informato (Corte di Cassazione, Sezione Civile n. 32124 del 10.12.2019).

Con la decisione in esame la Cassazione ritorna sul tema del consenso informato e sulle modalità di acquisizione affinchè il paziente riceva una adeguata informazione. Nel caso di specie, due soggetti formulavano richiesta di risarcimento danni, dinanzi al Tribunale competente, a seguito della morte di una congiunta avvenuta dopo una operazione. La questione giungeva dinanzi […]
Read More