Tag: avvocato_cavalletti

“E’ nullo il precetto nella misura in cui richiede al debitore somme non dovute” (sentenza Tribunale di Pisa – sezione Lavoro – rg. 1264 anno 2019).

La sentenza oggetto del commento è stata resa all’interno di una causa di lavoro, relativa al ricorso in opposizione ad un atto di precetto in quanto contenente voci di addebito illegittime. La presente causa si inserisce nel più ampio discorso sull’esecuzione forzata del debitore e sulle autoliquidazioni contenute sia negli atti che danno avvio all’esecuzione […]
Read More

Il criterio di imputazione della responsabilità per danni da cose in custodia di cui all’art.2051cc ha natura oggettiva posto che risulta sufficiente,ai fini della prova dell’attore,la sussitenza del nesso tra la res e il danno(Trib.Pisa 933/2022)

Con la sentenza in commento il Tribunale di Pisa si è pronunciato,   in una causa relativa ad una richiesta di risarcimento a seguito di una caduta avvenuta durante l’attraversamento sulle strisce stradali da parte di un pedone in forza della quale il Comune convenuto è stato condannato a rifondere i danni biologici subiti. Dopo aver […]
Read More

La disciplina ex art. 216 del D.L. 19 maggio 2020 n. 34 si applica ai contratti di locazione di palestre, piscine e impianti sportivi prevedendo inoltre la misura e la durata di detta riduzione (Tribunale di Pisa, sentenza n. 564 anno 2022).

Con la sentenza in commento il Tribunale di Pisa si è pronunciato  in una causa relativa ad una richiesta di riduzione di canone invocata da un centro estetico relativamente al periodo di chiusura durante il lockdown In particolare la controparte, a sostegno dell’opposizione, eccepiva il mancato esperimento della procedura di mediazione obbligatoria e nel merito […]
Read More

Ordinanza Corte di Cassazione 22616 anno 2022 in ordine alla determinazione dell’assegno di mantenimento anche in considerazione dei redditi sottratti al fisco.

Si propone commento della ordinanza della Corte di Cassazione la quale chiarisce come i redditi e le consistenze economiche da valutare in un giudizio di separazione nella determinazione dell’assegno di mantenimento debbano necessariamente ricondursi anche a somme non dichiarate. Il caso attiene a una separazione promossa presso il Tribunale d Milano nel cui procedimento veniva […]
Read More

Spetta al datore di lavoro dimostrare che il lavoratore – nello svol-gere attività extralavorativa – ha ritardato la guarigione (Corte di Cassazione, sezione lavoro, n. 13063 anno 20022)

La Corte di Cassazione con  sentenza n. 13063 del 26 Aprile del 2022 conferma che nel nostro ordinamento non esiste un divieto assoluto per il dipendente, assente per malattia, di prestare altra attività lavorativa (anche a favore di terzi o di tipo ludico) e pertanto in tal ipotesi  non si può integrare una ipotesi di […]
Read More

In ordine al dies a quo in tema di illecito endogenitoriale (Corte di Cassazione, ordinanza n. 40335 anno 2021)

La suprema Corte di Cassazione con ordinanza 40335 del 16 dicembre 2021 torna ad affrontare il tema dell’illecito endogenitoriale esprimendosi sulla tipologia del danno e sull’individuazione del dies a quo per l’esercizio del diritto risarcitorio. La vicenda concerne il caso di una donna che citava in giudizio il proprio padre per averla abbandonata chiedendo la […]
Read More

L’Inail può risarcire solo il danno biologico permanente ma non il danno morale (Corte di Cassazione, sezione Lavoro, n. 6503 anno 2022).

In data 28 febbraio 2022 la Corte di Cassazione, sez. Lavoro, pronunciava un’interessante sentenza, la numero 6503, con la quale statuiva che l’Inail non copre né il danno biologico temporaneo né il danno morale ma può risarcire al lavoratore solo il danno biologico da invalidità permanente. La Suprema Corte con la suddetta sentenza respingeva il […]
Read More

Assegno di divorzio dovuto anche se la ex moglie ha lavorato in nero (Corte di Cassazione n. 37571 anno 2021).

La Corte di Cassazione con sentenza 37571/2021 conferma il diritto all’assegno di divorzio ad una donna che dopo la separazione aveva lavorato all’insaputa dell’ex coniuge. Giusta sentenza del Tribunale di Brescia, confermata in appello, che pronunciava il divorzio tra una coppia di coniugi, veniva disposto il versamento a favore dell’ex moglie di un assegno di […]
Read More

Quale disciplina applicabile in materia di esposizione all’amianto? Cassazione Civile, Sez. Lav., 05 gennaio 2022, n. 176

Il caso concerne un lavorato che presentava ricorso in Cassazione avverso la sentenza della Corte di appello di Palermo che – pur ritenendo non corretta la statuizione del Tribunale di primo grado –  ha giudicato, comunque, la domanda tardiva in applicazione della diversa decadenza prevista dal DL nr. 269 del 2003, art. 47, disposizione in […]
Read More

L’infortunio durante la pausa caffè non è indennizzabile (Cassazione sez. Lavoro n. 32473/2021).

La Corte di Cassazione in data 08.11.2021 con la sentenza 32473, di forte impatto sociale, escludeva l’indennizzo dell’infortunio avvenuto durante la pausa caffè. La vicenda traeva origine dalla causa intentata da una impiegata della Procura della Repubblica di Firenze contro l’Inail: parte attrice cadeva durante il tragitto di ritorno dalla “breve pausa caffè” e agiva […]
Read More