Categoria: Diritto del Lavoro

In ipotesi di infortunio mortale è esente da colpa il datore di lavoro qualora abbia adempiuto agli obblighi di sicurezza a suo carico” (sentenza Corte di Cassazione n. 21064 anno 2022).

Il caso concerne un lavoratore agricolo che decedeva a causa di un colpo di calore e i rappresentanti legali della attività agricola venivano assolti stante l’assenza di qualsivoglia colpa generica e/o specifica. Nel dettaglio – anche secondo quanto espresso dalla Corte di Appello – dovevano ritenersi valide le prescrizioni contenute nel documento di valutazione dei […]
Read More

In ordine alla retribuzione equa ex art. 36 della Costituzione

“Ai fini della individuazione della retribuzione equa e sufficiente prevista dall’articolo 36 della Costituzione si deve, per prima cosa, verificare la stessa sulla base delle determinazioni previste dal contratto collettivo stipulato dalle associazioni sindacali più rappresentative (Cassazione Civile sezione Lavoro 27711 anno 2023)”.   “Nell’attuazione dell’art. 36 della Cost. il giudice, in via preliminare, deve […]
Read More

Riconoscimento “buoni pasto” nel comparto sanità pubblica.

È oramai consolidato in giurisprudenza (anche di Cassazione) il seguente principio di diritto: “In tema di pubblico impiego privatizzato, l’attribuzione del buono pasto, in quanto agevolazione di carattere assistenziale che, nell’ambito dell’organizzazione dell’ambiente di lavoro, è diretta a conciliare le esigenze del servizio con le esigenze quotidiane del dipendente, al fine di garantirne il benessere […]
Read More

Carta del docente: spetta anche ai precari.

Ormai sono numerose e costanti le sentenze dei vari Tribunali che riconoscono il diritto alla carte del docente e al relativo importo nominale per ciascun anno di attività. Facciamo chiarezza sulla questione di diritto. L’art. 1, comma 121, della L. 107/2015 ha previsto che: “Al fine di sostenere la formazione continua dei docenti e di […]
Read More

Ai fini della riqualificazione di un rapporto di lavoro autonomo in uno di natura subordinata è possibile fare ricorso ad elementi di carattere sussidiario laddove non sussista la prova diretta dell’eterodirezione

Ordinanza Corte di Cassazione n. 1095 anno 2023: “Ai fini della riqualificazione di un rapporto di lavoro autonomo in uno di natura subordinata è possibile fare ricorso ad elementi di carattere sussidiario laddove non sussista la prova diretta dell’eterodirezione ”.   Il caso. Un consulente informatico, in forza di plurimi contratti di lavoro autonomo, aveva […]
Read More

E’ illegittimo, in quanto non proporzionale, il licenziamento irrogato al lavoratore che ha comunicato la sua assenza dal servizio solo mediante un SMS ad un collega (Corte di Cassazione ordinanza n. 25286 del 24.08.2022).

Il caso concerne un lavoratore che aveva inviato un messaggio ad un suo collega per comunicare la assenza dal lavoro e ritardava nell’inviare il certificato di malattia. Chiamato a giustificare tale aspetto il lavoratore aveva riferito che l’eventuale problematica relativa alla consegna del messaggio era da ascrivere a problemi informatici e non alla sua responsabilità. […]
Read More

Riders: evoluzione giurisprudenziale verso il riconoscimento della natura subordinata del rapporto di lavoro.

Ormai sono molteplici le sentenze dei Tribunali che riconoscono la natura subordinata dei riders nel loro effettivo svolgimento delle mansioni richieste. E così risulta emblematica e degna di nota la sentenza del Tribunale di Milano, emessa in data 20 aprile 2022, n. 1018  in cui il lavoratore aveva un contratto denominato “di lavoro autonomo” stabilisce in […]
Read More

“E’ nullo il precetto nella misura in cui richiede al debitore somme non dovute” (sentenza Tribunale di Pisa – sezione Lavoro – rg. 1264 anno 2019).

La sentenza oggetto del commento è stata resa all’interno di una causa di lavoro, relativa al ricorso in opposizione ad un atto di precetto in quanto contenente voci di addebito illegittime. La presente causa si inserisce nel più ampio discorso sull’esecuzione forzata del debitore e sulle autoliquidazioni contenute sia negli atti che danno avvio all’esecuzione […]
Read More

Spetta al datore di lavoro dimostrare che il lavoratore – nello svol-gere attività extralavorativa – ha ritardato la guarigione (Corte di Cassazione, sezione lavoro, n. 13063 anno 20022)

La Corte di Cassazione con  sentenza n. 13063 del 26 Aprile del 2022 conferma che nel nostro ordinamento non esiste un divieto assoluto per il dipendente, assente per malattia, di prestare altra attività lavorativa (anche a favore di terzi o di tipo ludico) e pertanto in tal ipotesi  non si può integrare una ipotesi di […]
Read More

L’Inail può risarcire solo il danno biologico permanente ma non il danno morale (Corte di Cassazione, sezione Lavoro, n. 6503 anno 2022).

In data 28 febbraio 2022 la Corte di Cassazione, sez. Lavoro, pronunciava un’interessante sentenza, la numero 6503, con la quale statuiva che l’Inail non copre né il danno biologico temporaneo né il danno morale ma può risarcire al lavoratore solo il danno biologico da invalidità permanente. La Suprema Corte con la suddetta sentenza respingeva il […]
Read More