Consulenza Legale on line

Lo Studio Legale Cavalletti è composto da professionisti – nel settore delle aree indicate (aree di attività)- che intendono preliminarmente comprendere la reale problematica esposta dal cliente affinché possa essere dato un parere confacente alle esigenze e una risoluzione delle problematiche.

Lo Studio offre altresì soluzioni relative al mandato diversificate a seconda della natura del cliente (privati/aziende).
Per un appuntamento basta cliccare nella area di consulenza on line prenotando lo strumento più utile.

Lo Studio Legale Cavalletti, con la creazione e lo sviluppo aggiornato del presente sito, ha lo specifico obiettivo di aiutare i clienti ad una più rapida soluzione delle problematiche.

La velocità nei contatti sociali e l’innovazione tecnologica obbliga i professionisti a rimanere al passo dei tempi utilizzando anche gli strumenti che la rete offre affinché le informazioni, le consultazioni e le soluzioni possano essere offerte nel tempi più brevi.

Altresì il sito – così come strutturato- permette ai clienti di essere in continuo contatto con il professionista incaricato che pertanto non dovrà perdere tempi in lunghi appuntamenti per conoscere lo stato delle cause.
Informazione e celerità – uniti a competenza– sono quindi i principi cardine che hanno ispirato la creazione di un sito di ultima generazione che permette pur sempre al cliente di essere il centro principale e reale protagonista della vertenza.

heading icon

Faq: domande e risposte frequenti

Si. E’ possibile prendere un appuntamento compilando il modulo presente sul sito oppure chiamando il numero verde gratuito 800 912 940.

Il nostro Studio può occuparsi del recupero dei Vostri crediti, sia ottenendo un titolo esecutivo sia procedendo poi all’esecuzione, mediante pignoramento mobiliare od immobiliare.

Sì .
Può senz’altro rivolgersi a noi, ma con tutta probabilità noi avremo bisogno della collaborazione di un altro avvocato che operi nel luogo in cui dovrà essere radicato il procedimento che la riguarda.

La legge n°132 del 2014 ha introdotto la possibilità di separarsi e divorziare recandosi presso il Comune di residenza di uno dei due coniugi, senza che sia obbligatoria la presenza di un avvocato. Per poter procedere in tal senso devono sussistere le seguenti condizioni: la coppia non deve avere figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti; nell’accordo di divorzio non devono esservi atti di trasferimento patrimoniale. Il costo è di € 16,00.
Si consideri, tuttavia, che a meno che entrambi i coniugi non siano economicamente autosufficienti, in presenza di un coniuge debole è sempre consigliabile rivolgersi ad un legale al fine di comprendere quali sono i diritti e gli obblighi nascenti dalla separazione o dal divorzio e, quindi, disporre di maggiori strumenti per poter giungere ad un accordo equo.

Se la prestazione dell’avvocato è resa nei confronti di imprese e professionisti ed è inerente alla produzione del reddito di impresa/lavoro autonomo, è possibile detrarre l’IVA ed il costo della fattura, al pari di qualsiasi altra spesa inerente l’attività di impresa/professione, in conformità al regime fiscale adottato. Al contrario, per il cliente privato attualmente non è previsto alcun meccanismo di detrazione delle spese legali.

L’impugnazione consiste in un atto scritto con il quale il lavoratore esprime la volontà di contestare la validità del licenziamento.
La legge non richiede per questo atto particolari formule: è infatti sufficiente che il lavoratore manifesti per iscritto e in termini chiari al datore di lavoro che intende opporsi al licenziamento (art.6 Legge 604/1966, modificato dall’art. 32 della Legge 183/2010).
Il licenziamento può essere impugnato dal lavoratore anche tramite l’intervento del sindacato.
L’impugnazione può essere portata a conoscenza del datore di lavoro con qualsiasi mezzo idoneo, come lettere, telegrammi o fax-

Prenota una consulenza gratuita
800912940
heading icon

Ultime News

heading icon

CONSULENZA LEGALE ON LINE